Milano Notte Metrò

Milano notte metrò (G. Baldazzi – L. Rufo)

 

Io dormo sotto i ponti per esempio

quando mi va bene,

non chiedo l’elemosina per strada,

non mi conviene.

 

Un po’ d’amore chiedo alle puttane

e non mi fan pagare,

tanto che, se mi va bene,

mi regalano i soldi a Natale.

 

No no no Milano notte metrò

No no no Milano notte metrò…

 

Io sono sempre solo come un cane,

io randagio di sempre,

ho fatto molte scelte nel mio viaggio,

mai nessuna importante.

 

Su un treno in corsa verso casa

chiudo il mio cammino:

non sono più solo, adesso

ho la notte vicino.

 

No no no Milano notte metrò

No no no Milano notte metrò…

 

Quanta strada con il cuore in gola,

tutti addosso quanti non lo so:

Milano notte metrò…