Oh Saciko!

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Oh Saciko! (Lino Rufo)

 

la tua vita è ancora tanto breve,

lunga come la caduta della neve,

nei tuoi occhi insieme ai raggi del sole c’è per tutti tanto amore.

oh saciko crescerai e il tuo mondo cambierà con te,

oh saciko ti accorgerai che ogni cosa è molto difficile…

Come il vento di settembre

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Come il vento di settembre (Lino Rufo)

 

Ti aspetterò stanotte come sempre

sognante come il vento di settembre.

E potrò guardarti mentre ti si scioglie il sorriso

per un piccolo istante sul viso.

Nelle mani c’è il mondo e il fantasma di un sogno

e poi mille tormenti che ci tirano a fondo;

nelle mani è il ricordo dell’amore perduto da sempre, per sempre.

Ti aspetterò fin quando non farà mattino,

come potrei dormire senza averti vicino!

E scoprire nella rabbia di ieri il seme della speranza

Scoprire in fondo ai miei pensieri

che non mi sento ancora sconfitto abbastanza

Nelle mani che toccano sensazioni lontane

come onde di mare che sfiorano il cuore

c’è il bruciore del sale che ha guarito il mio amore e c’è il sole…

Dedicato a te

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Dedicato a te (Lino Rufo)

 

Vorrei incontrarti quando ti svegli al mattino,

col sonno negli occhi e le rughe come quelle di un bambino.

Toccarti i capelli come non ho fatto mai,

lasciare tutto da parte per dedicarmi a te.

Ma non ho tempo, la vita va,

aspetto sempre un treno che da qui non passa mai.

Io non ho tempo forse perché cerco qualcosa che non c’è,

io non ho tempo, e non so perché, ma questa vita la dedico a te.

 

Vorrei accarezzare il tuo corpo senza farti male,

tenendo il fiato per non respirare.

E sotto quel trucco vorrei scoprire se hai

qualcosa di completamente diverso che non ho visto mai.

Ma non ho tempo, la vita va,

aspetto sempre un treno che da qui non passa mai.

Io non ho tempo forse perché cerco qualcosa che non c’è,

io non ho tempo, e non so perché, ma questa vita la dedico a te.

 

Ma non ho tempo, la vita va,

aspetto sempre un treno che da qui non passa mai.

Io non ho tempo forse perché cerco qualcosa che non c’è,

io non ho tempo, e non so perché, ma questa vita la dedico a te.

 

A volte mi domando

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

A volte mi domando (Lino Rufo)

 

A volte mi domando come si fa
a prendersela tanto se qualcosa non va
ad essere diversi in questo mondo già si sa
c’è un prezzo da pagare a cui non si sfuggirà.

A volte mi domando se vale la pena
di stringere i pugni e tirare avanti per una vita intera
e non concludere mai niente
perché c’è sempre qualcuno, si c’è,
che si appoggia alle tue spalle e non capisci perché.

E invece no, dubbio non c’è,
voglio dividere i miei sogni solo con te…

A volte mi domando come si fa
a vivere come un sogno in questa realtà
e poi ti volti indietro e non ti accorgi che
il mondo è andato avanti più veloce di te e anche senza te…

Una valigia blues

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Una valigia blues (L. Rufo)

 

Oggi mi sento bene,

non ne potevo più

tutta la notte e il giorno sai

davanti alla tivù;

 

cammino sotto il sole,

respirando questo cielo blu

e non ci sono parole sai

che possano tirarmi giù, perché

 

sto bene anche senza te

sto bene e non capisco perché,

 

in fondo sei partita

sul primo treno per il sud

senza neanche un saluto

soltanto una valigia blues…

Io vivo di giorno

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Io vivo di giorno (Lino Rufo)

Io vivo di giorno tra gli esseri umani e mi sento tranquillo come gli altri animali.
Se mi sveglio presto, radiazioni solari, colazione sul letto e forse anche i giornali.
Io di notte non vivo mai, ma non dimentico come si fa: io vivo di giorno

E’ la luce del sole che mi rende migliore torno quasi bambino se mi sveglio al mattino,
allora giro per strada come un extraterrestre e non mi nutro di sogni ma solo di realtà.
Ma la notte la sento, mi sale piano piano dentro al cuore come fosse amore.
Si, la notte ci appartiene insieme a tutto l’amore che sta nel mondo di notte e di giorno.

Cantami una canzone straniero che vieni dal cielo, cantami una canzone straniero.
Fammi sentire ancora la tua voce, fa che sia un giorno di pace, mostraci ancora il tuo volto diverso però rimani te stesso.

I tempi stanno cambiando, un nuovo istante sta passando, ma non ci posso fare niente, sto con la gente.
Desiderio di altri pianeti o nuove guerre stellari ed il rifiuto di esser diversi ma solamente uguali.
Ed io vivo di giorno e di giorno cammino nella mia vita inventando bugie.
Ma io vivo di giorno e di giorno cammino nella mia vita: io vivo di giorno…

Passerà

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Passerà (Lino Rufo)

Passerà
tutto passa tutto se ne va,
una rotta contro vento
molto più difficile sarà.
Non mi piace
continuare a chiedermi perché,
non ti ho fatto proprio niente
eppure fai l’indifferente con me.
Passerà
tutto passa tutto se ne va,
come un soffio di vento
senza pioggia o tormento se ne andrà.

Se sei bianco o nero
ma che differnza fa
non m’importa proprio niente tanto tutto
passerà.

Le risposte alle domande che mi fai
sono sempre così attente che non ti
bruciano mai,
ma stavolta non so proprio come farò,
hai scavato così a fondo che stanotte io non dormirò.
Passerà
tutto passa tutto se ne va,
come un soffio di vento
senza pioggia o tormento se ne andrà.

Zingari

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Zingari (Baldazzi-Rufo)

 

Polvere negli occhi e nei capelli

e libertà in ogni gesto,

pioggia o sole non si fermano,

per loro non c e mai posto e, e

passano, passano gli zingari, passano gli zingari e cantano;

cantano, cantano gli zingari, nessuno sa perché, ma cantano.

 

Vengono da terre misteriose

dove nasce e finisce l’Europa,

cercano il destino nelle stelle,

la loro casa è la strada. Non li senti che

cantano, cantano gli zingari cantano gli zingari e danzano;

danzano, danzano gli zingari, nessuno sa perché, ma danzano.

 

Guardali, attorno a quei falò

sembrano ancora più lontani,

diversi come sono da questa civiltà

e cosi disperatamente umani, non li senti che

danzano, danzano gli zingari danzano gli zingari e passano;

passano, passano gli zingari passano gli zingari, svaniscono.

Pazza

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Pazza (Lino Rufo)

 

Io lo so che mi hai dato tutto, tutto quello che ho;

e tu lo sai che ti ho dato tutto, tutto quello che hai,

no non ci sono trucchi

siamo fatti proprio così

e forse è questo che mi fa male

che siamo come vorrei,

dai, mettiti tranquilla è tempo di cambiare un po’

non ti conviene aspettare ancora, comincia subito.

Io non sono quello che pensi, né quello che puoi vedere,

sono l’opposto di quel che credi o che ti fa piacere:

tu sei pazza, sei proprio pazza a restare con me.

 

E non mi piace vivere di ricordi, ma solo di presente:

perciò ti prego lascia i miei pensieri, esci dalla mia mente.

E’ perché non ci riesco a vivere senza te,

che neanche cerco alcun pretesto per andarmene,

io che ho mosso mari e monti per stare insieme a te

non sono quello dei racconti dell’abitudine:

e non te ne frega niente di essere un’incosciente

che in mezzo a tanta gente ha scelto proprio me:

tu sei pazza, sei proprio pazza a restare con me.

Si parla si parla

Giugno 29, 2016
Lino Rufo

Si parla si parla (Lino Rufo)

Si parla si parla e non si approda a niente,
quello che diciamo è sempre inesistente,
in fondo siamo solo esseri umani,
non ci programmiamo come fanno i marziani,
si parla di tutto e non si parla di niente,
però si parla sempre.

Si parla per cielo e si parla per terra,
nelle case si dice “forse scoppia la guerra!”;
si parla di cosa è scritto sui giornali
oppure si parla di problemi reali;
si parla di tutto e non si parla di niente,
però si parla sempre.

Un giorno si parla seduti in cucina,
magari annusando della varecchina,
poi finisci sul letto e fai anche l’amore,
e ditemi se non è il momento migliore;
si parla di tutto e non si parla di niente niente,
però si parla sempre.

Si parla si parla di troppe cose,
ci vuole un computer come cervello,
si parla e non c’è tempo per pensare,
anche se il discorso è solo un fatto banale;
si parla di tutto e non si parla di niente,
però si parla sempre.

Se parli di tutto non concludi niente,
non hai tutti i torti se conosci il tempo,
ma ascolta fratello non lasciarti fregare,
prima che siano gli altri comincia a parlare:
si parla di tutto e non si parla di niente,
però tu parla sempre…